Ecclesia orans

    Periodica de Scientiis Liturgicis




ANNO XIV


Editoriale      

    Nei passati 12 anni era Dom Adrien Nocent OSB a scrivere l’editoriale di Ecclesia Orans. Ognuno merita di essere riletto. Si possono cogliere la visione, i progetti e i propositi di Dom Adrien maturati nel corso degli anni, non solo riguardo la rivista, da lui diretta con finissima competenza, ma anche avvertire la continuità della riforma conciliare della liturgia.

    Molto spesso Dom Adrien era solito richiamare il mandato affidato dal comitato editoriale ad Ecclesia Orans: realizzare gli scopi statutari del Pontificio Istituto Liturgico, cioè promuovere la ricerca liturgica e lo studio scientifico della liturgia (Editoriale III, 1986). Nel quinto anno della rivista insisteva sulla necessità di continuare nella sua linea originaria ribadendo come la ricerca scientifica sia «necessaria per la prassi pastorale» (Editoriale VI, 1989). Coloro che lo hanno avuto come maestro sanno che per Dom Adrien non ci sono vie che si possono scegliere responsabilmente nella liturgia pastorale senza un fermo retroterra di solida teologia, di analisi testuale e ricerca storica. Nell’editoriale (XII) dell’anno 1995, smorzava le apprensioni di quanti ritenevano che lo studio delle fonti liturgiche «è per lo più sepolto e non c'è grande speranza di risurrezione». C'è sempre un grandissimo interesse per lo studio delle fonti, che Dom Adrien provava citando l’esperienza del Pontificio Istituto Liturgico: «Studio approfondito dei testi e ricerca seria non scoraggiano gli studenti - anche se non tutti sono destinati alla ricerca scientifica - ma piuttosto prova che essi hanno la capacità per tale impegno».

    Ecclesia Orans è l’organo ufficiale del Pontificio Istituto Liturgico. In ottemperanza agli statuti dell’Istituto, i suoi obiettivi e l’orientamento sono innestati nella costituzione conciliare sulla liturgia, con particolare riguardo agli articoli 15, 16, 23 e 44. La fedeltà al concilio, che non esclude necessariamente di per se una critica responsabile dell’interpretazione postconciliare e dell’implementazione delle sue direttive, è un tratto caratteristico della rivista.

    Dom Adrien che ha lavorato infaticabilmente alla promozione della riforma conciliare, non ha fatto passare il trentesimo anniversario della promulgazione della costituzione conciliare senza prenderne la difesa ancora una volta. Nel 1993 (Editoriale X), scriveva: «Fin dal suo primo fascicolo nel 1984, Ecclesia Orans, ha ripetutamente trattato questa tematica e non vuole ignorare questa opportunità per sottolineare una volta ancora la sua importanza». Ha avuto severe parole critiche verso coloro che vedono nella costituzione «una specie di aberrazione collettiva della maggioranza dei padri conciliari». Per parte sua riteneva «invece di dover rendere grazie al Signore, e a tutti coloro che hanno contribuito al rinnovamento della liturgia cercando oggettivamente, in tutta coscienza, di mettere al servizio della fede e della vita di tutti i successi conseguiti con ricerche storiche e scientifiche che sono andate man mano aumentando dopo i primi passi del movimento liturgico».

    Il consiglio di redazione, dando inizio al 14° volume di Ecclesia Orans, vuole assicurare i suoi lettori che la rivista proseguirà il suo servizio nel mondo liturgico percorrendo la stessa linea proposta nel 1984 quando venne fondata la rivista. Continuerà ad accogliere con gratitudine contributi che promuovono la ricerca scientifica, edizioni di manoscritti, studi storici, critica testuale e analisi, riflessioni teologiche e sollecitudini pastorali. Continuerà a sostenere con dedizione e lealtà i principi conciliari della riforma liturgica, incoraggiando pure una sana e utile discussione su come la riforma può essere migliorata. Queste sono le premesse di base per un efficace scambio di opinioni tra liturgisti che sono chiamati a servire la chiesa postconciliare.

    Ispirandosi all’articolo 10 della costituzione sulla liturgia, la carta di fondazione di Ecclesia Orans si augura fiduciosamente: Faxit Deus ut hoc in periodico Ecclesia Orans signum inveniat et instrumentum ad opus glorificationis Dei et sanctificationis hominum in dies melius perficiendum.

ANSCAR J. CHUPUNGCO, osb
Direttore